Crea sito

Archive

Archive for the ‘Economia’ Category

22 anni dopo…

May 20th, 2014 Posted in Economia, Senza categoria | No Comments »

EXPO'

Non ci sto a fare paragoni stupidi ed inutili su tangentopoli, quella era un’altra storia, anche se i nomi venuti fuori oggi sono gli stessi di allora; non ci sto perchè se ci sono delle certezze sono in primis, che nella prima repubblica, il responsabile economico del partito si faceva anche garante dei comportamenti di personaggi collaterali. le aziende finanziavano i partiti che a loro volta facevano si che tu non venissi escluso dai contesti produttivi, e contestualmente si adoperavano affinchè nessun personaggio di sottobosco osasse chiedere nulla.

nella seconda repubblica invece, c’è l’inserimento del collettore, personaggio che immette l’impresa nel circuito, fa in modo che vengano costruite ad arte situazioni che ne garantiscano il successo in merito alla aggiudicazione dell’appalto, ma poi impone tutta una serie di finanziamenti ad un branco di sciacalli collaterali difficili da saziare. Read the rest of this entry »

L’informazione a Paperopoli

Dec 20th, 2011 Posted in Economia, Media & Press, Sulmona | No Comments »

PaperinoNon più tardi di qualche mese fa, a luglio, ebbe ampio risalto sulla stampa locale lo studio di uno sconosciuto Centro Studi “Sintesi” di Venezia, nel quale Sulmona veniva indicata tra i borghi più felici d’Italia.

In particolare, sul quotidiano “Il Centro”, un articolo recitava così:

La qualità della vita a Sulmona è la più alta della regione. I parametri utilizzati dal centro di ricerca veneto sono principalmente legati a questo fattore, sostituendo l’indicatore del Pil (prodotto interno lordo) pro-capite. Al suo posto è stato preso in considerazione, infatti, il più attuale Bil (benessere interno lordo), che lascia spazio alle variabili del benessere economico e sociale, ambiente, indicatori di felicità, condizioni di vita, istruzione e cultura, partecipazione alla vita politica, rapporti sociali, sicurezza, ambiente, attività personali e salute pubblica.”.

A parte l’involontaria ironia della definizione “borgo”, che per un comune di circa 26 mila abitanti mi pare quantomeno un declassamento del rating, se vogliamo usare un termine in voga, l’analisi appariva stridente sia con la percezione dei cittadini, sia con una serie di fatti oggettivi: aumento del consumo di farmaci antidepressivi ed alcool, aumento esponenziale della dipendenza dal gioco e dalle macchinette mangiasoldi, raddoppio delle separazioni, diminuzione delle nascite, scomparsa della generazione tra i 25 ed i 45 anni, smantellamento pressoché totale delle attività culturali di maggiore qualità, completo distacco tra partiti e società reale, botte da orbi tra gang di ragazzi sempre più emarginati, riduzione dei servizi alla salute ed alla persona, oltre 1000 assistiti da Caritas e simili, ma mi fermo qui. Read the rest of this entry »

Panem et circensem

Aug 28th, 2011 Posted in Cultura, Economia, Giovani, Sociale, Sulmona | No Comments »

notte bianca sulmona 2011

Piazza XX settembre all'apice della seconda Notte Bianca di Sulmona

Se c’è stata più gente al concerto di Nek che alla visita di Benedetto XVI una ragione ci sarà. La faccenda del Papa, ma è una mia personale convinzione, è andata come andata per una serie di questioni, tra cui sicuramente anche il fatto che la gente fosse intimorita. Però, seppure il paragone possa apparire blasfemo a prima vista, una riflessione va fatta. Vedo segnali di dialogo incoraggianti. Sta a chi amministra valorizzarli e farli lievitare. La cosa importante è che siano chiari ruoli e competenze, che ognuno si impegni a rispettarli nell’interesse collettivo e riconosca a chi lavora e s’impegna il giusto merito. È stato bello ieri il concerto di Nek con tutta quella gente, è stata divertente la notte bianca con la città stracolma. Read the rest of this entry »

Cronaca di un circo annunciato

Mar 23rd, 2011 Posted in Ambiente, Associazione, Economia, Politica, Sulmona | 4 Comments »

E siamo quì di nuovo a rendere conto dell’ennesima pagliacciata apparecchiata dalla maggioranza Pdl in regione Abruzzo (Ricciuti escluso) e servita dal capocomico Gianni Chiodi.

Il buongiorno si vede dal mattino, e dal mattino appunto, palazzo dell’Emiciclo annovera fra i suoi ospiti nientepopodimenochè il senatorissimo Filippo Piccone, proprio lui, quello che a detta della ex Signora Aracu numero 2, è disposto a sborsare cifre a 5 zeri per essere capolista, quello che ha montato tutti gli infissi nella niùtaun statoset di Bertolaso, quello che ha dirottato come se fosse la casa Santa di Loreto, una megacentrale di compressione metano da Celano a Sulmona,  quello che con molta probabilità non sarebbe estraneo alla costruzione della medesima, quello che fra un’affare e l’altro sponsorizza l’ultima fatica letteraria di Luciano D’Alfonso.

Read the rest of this entry »

IL NOSTRO POSSIBILE FUTURO

Mar 16th, 2011 Posted in Ambiente, Economia, Giovani, Salute | No Comments »

<

Domenico Mastrogiuseppe

Domenico Mastrogiuseppe (Fisico)

I “ladri” di futuro sono quelli che per avidità, interesse economico o brama di potere, negano un avvenire possibile per il pianeta. Questa interessante riflessione di Domenico Mastrogiuseppe (Fisico Elettronico) ci riguarda molto da vicino. Più di quanto ci piacerebbe.


A ben guardarla la nostra cosiddetta era moderna, andrebbe impietosamente ridefinita come una sorta di alto medio evo un pò evoluto. C’è ancora schiavismo; in forme mascherate e subdole, ma sempre basate sulla violenza che la forza del bisogno esercita sulle persone. Violenza che ancora tanti uomini con potere o con denaro, esercitano su altre persone, anche adolescenti, per ottenerne ogni genere di sottomissione. La tecnologia e la medicina arrancano: i motori continuano a utilizzare un ciclo termodinamico ormai vecchio di due secoli e il cancro si cura ancora con micidiali radiazioni che distruggono ogni cosa, buona o cattiva che sia e inducono mutazioni a loro volta cancerogene. Si continua a estrarre preziose risorse da una Terra smagrita e abusata, poi bruciate con macchine dai rendimenti primordiali e incapaci di catturane il carbonio: interamente immesso in atmosfera a generare miasmi ed effetto serra. Montagne di rifiuti putrescenti che invadono città e campagne. La fisica è ferma alla metà del secolo scorso e il CERN brancola nel buio alla ricerca del cosiddetto bosone di Dio. Taluni scienziati predicatori lo rappresentano come una particella “immanente” che attraverso un percorso di conoscenza “trascendente” avvicinerà l’uomo al suo “Creatore”.

Read the rest of this entry »

I 100 passi… (non è acqua calda ma acqua riscaldata)

Mar 16th, 2011 Posted in Economia, Politica, Progetti, Sulmona | 2 Comments »

No, non  sono i 100 passi che dividono la casa di Peppino Impastato e quella di don Tano Badalamenti quelli di cui vorrei parlare, forse cento son troppi, ne basterebbero una decina di “passi” fatti con piede sicuro, per traghettare il territorio peligno fuodi dalla palude in cui è stato relegato.

La comparazione al “passo” non è casuale, ma dettata dalla scaltra dialettica della giunta regionale abruzzese, per bocca degli assessori Gatti e Giuliante, i quali, hanno stranamente sentito l’impulso irrefrenabile di venirsi a giustificare con la municipalità cittadina (era ora!). Bella parata, ma soprattutto belle parole nell’ultimo passaggio, il sunto come si è soliti dire;

“”Questi interventi – hanno concluso – rappresentano solo il primo passo che la Regione Abruzzo intende percorrere nell’ambito della ricostituzione di una ben definita strategia di sviluppo nelle aree di crisi. Strategia che dovra’ essere in sintonia con quelle politiche di ridefinizione della nostra geografia industriale e finanziaria che stiamo portando avanti con la riforma dei Confidi, dei Consorzi Industriali, dei Poli di Innovazione e delle Reti di Impresa”. Read the rest of this entry »

Che c’entrano le suore in Confindustria?

Feb 9th, 2011 Posted in Economia, Sociale, Sulmona | No Comments »

www.corrierepeligno.it

Caro Direttore, la gustosa polemica stimolata dall’intelligente trovata dell’amico Fabio Spinosa, in veste di neo presidente provinciale di Confindustria, merita a questo punto un contributo “ateo”. Pelino prima e Iannamorelli poi hanno offerto chiavi di lettura diametralmente opposte, ma egualmente influenzate dall’evidenza che Daniela Di Bacco sia una religiosa. Credo sia un falso problema perché il fatto che la Chiesa sia da secoli un attore economico potentssimo e, sotto molti aspetti, privilegiato, non è un mistero per nessuno. Dalle funeste peripezie dello IOR alle ottime performance dell’ORP, dalla sanità al turismo, non esiste quasi settore in cui, a vario titolo, il Vaticano e le sue emanazioni non abbiano partecipazioni d’impresa. Spesso, ahinoi, in modo scarsamente trasparente. Read the rest of this entry »

L’IDV contro Federico

Feb 4th, 2011 Posted in Economia, Politica, Sulmona | No Comments »

Ranalli dell’Italia dei Valori attacca Federico sulle “panzane” che il sindaco propaganderebbe invece di pensare seriamente ai problemi della città. Certo che i grattacieli e un casinò fanno pensare più a Miami Beach che a Sulmona, ma tant’è. Di seguito il comunicato stampa tratto da Il Corriere Peligno.

Torri commerciali , Casino’ , Stadi megagalattici, mega centri commerciali , sono tutte le illusioni che il Sindaco Federico e la su confusa maggioranza prospettano alla Città ed al territorio. Peccato che per realizzarli occorrono precisi strumenti di programmazione urbanistica e commerciale fermi in Commissione urbanistica dal dicembre del 2009quando l’allora Assessore Susi li presentò alla maggioranza. Read the rest of this entry »

Il fantasma della crisi e la sudditanza delle masse

Dec 19th, 2010 Posted in Cultura, Economia, Politica | No Comments »

La crisi è davvero quello che ci raccontano giornali e televisione? E se in realtà fosse un disegno  ideato da chi realmente detiene il controllo dell’economia mondiale, ovvero le Banche?

Quest’articolo del sulmonese Antonio Perrotta su www.luogocomune.net tenta un’analisi provocatoria e coraggiosamente “eversiva”.

Luogocomune – Il fantasma della crisi e la sudditanza delle masse – Economia – Notizie.