Crea sito

Archive

Archive for maggio, 2014

Po, popòppoppoppopooooooooooo!

May 23rd, 2014 Posted in Senza categoria | No Comments »

Casaleggio

Ancora 12 ore e ci lasceremo alle spalle l’ennesima campagna elettorale, che come da ventennale tradizione, rispetta il trend “di campagna più cruenta di tutti i tempi”.

Poi verrà il giorno del voto, qualche scorrettezza dell’ultim’ora, giusto per tenere viva la tradizione, ed arriverà il fatidico lunedì, dove scenderanno in campo i migliori anchorman dei migliori format politici, a rincorrersi dierto exit poll, dati, politici vari e variegati, nell’attesa dei big che, come dive holliwoodiane appariranno solo alla fine come da consumato copione delle special guest star. Read the rest of this entry »

22 anni dopo…

May 20th, 2014 Posted in Economia, Senza categoria | No Comments »

EXPO'

Non ci sto a fare paragoni stupidi ed inutili su tangentopoli, quella era un’altra storia, anche se i nomi venuti fuori oggi sono gli stessi di allora; non ci sto perchè se ci sono delle certezze sono in primis, che nella prima repubblica, il responsabile economico del partito si faceva anche garante dei comportamenti di personaggi collaterali. le aziende finanziavano i partiti che a loro volta facevano si che tu non venissi escluso dai contesti produttivi, e contestualmente si adoperavano affinchè nessun personaggio di sottobosco osasse chiedere nulla.

nella seconda repubblica invece, c’è l’inserimento del collettore, personaggio che immette l’impresa nel circuito, fa in modo che vengano costruite ad arte situazioni che ne garantiscano il successo in merito alla aggiudicazione dell’appalto, ma poi impone tutta una serie di finanziamenti ad un branco di sciacalli collaterali difficili da saziare. Read the rest of this entry »

Ombre su Luciano

May 12th, 2014 Posted in Senza categoria | No Comments »

Fatti gli opportuni scongiuri, la vicenda potrebbe avere risvolti imprevedibili per il futuro della Regione. L’unica speranza è che D’Alfonso e il PD  abbiano fatto bene i loro conti e le questioni sospese con la giustizia non diventino una bomba ad orologeria per l’Abruzzo. L’ennesima umiliazione per una regione che ha già avuto due giunte cadute per le inchieste della magistratura e che non si rialzerebbe mai più, almeno per un’altra generazione.