Crea sito

Archive

Archive for giugno, 2011

La risposta è: 42

Giu 7th, 2011 Posted in Cultura, Giovani, Sociale, Sulmona | No Comments »
don't panic

Il robot depresso del film

Il film che abbiamo visto in consiglio comunale (lo scrivo con le iniziali minuscole perché è stato minuscolo anche il livello della discussione) se non fosse deprimente sarebbe grottesco. Mentre ascoltavo la successione degli interventi inerenti la “sfiducia” all’assessore alla Cultura Fusco mi tornava continuamente in testa il motivetto demenziale del film “Guida galattica per autostoppisti” che comincia con i delfini che abbandonano il pianeta Terra cantando allegramente “addio e grazie per tutto il pesce!”. Cito una pellicola per cultori in omaggio al Pacifico ed a SulmonaCinema, anche perchè è apparso chiaro che passerà parecchio tempo prima di vedere ancora accesi i proiettori della sala. Però, tornando a bomba, ho capito quasi subito la ragione di questo flashback cinematografico. In effetti la metafora ci stava a fagiolo: nel film i delfini avevano tentato di avvisare gli altri abitanti del pianeta che a breve sarebbe stato distrutto per cui, inascoltati, se la davano a gambe (anzi a pinne) non mancando, com’è nella natura gentile dei delfini, di ringraziare per l’abbondante prodotto ittico ingurgitato. Oggi i delfini erano le persone del pubblico, i cittadini un po’ più consapevoli, molti con t-shirt nere a mo’ di gramaglie, qualcuno no. Tutti però a cercare di dare un estremo segnale, silenzioso ma chiarissimo, nella speranza di recuperare questa città alla dignità ed al lignaggio civile e culturale che fino a ieri la contraddistingueva in Abruzzo ed in Italia. Silenziosamente imploravano di non essere costretti ad abbandonare il “pianeta” Sulmona. Read the rest of this entry »

La polpetta avvelenata (No Nuke lab in San Cosimo)

Giu 6th, 2011 Posted in Senza categoria | No Comments »
Colle San Cosimo

Colle San Cosimo

di Domenico Mastrogiuseppe –  Fisico

Non si vuole dare una pretenziosa lezione di fisica; si vuole solo rappresentare con semplicità, concetti ormai fondamentali per la sopravvivenza. Conoscerli aiuta a difendersi da chi vorrebbe imporci esiziali scelte di politica energetica. Se potessimo vederne l’immagine nella nostra dimensione, un atomo di piombo ci apparirebbe come un grosso calabrone librato nel vuoto, circondato da 82 minuscoli moscerini che gli girano vorticosamente e perennemente intorno, percorrendo distinte traiettorie quasi circolari. Il calabrone rappresenta il nucleo e i moscerini gli elettroni. Sono tenuti insieme da una sconosciuta forza elettromagnetica, che tiene insieme tutto, noi compresi e che si manifesta secondo due modalità: una detta negativa e l’altra positiva. La prima sprigionata dagli elettroni, la seconda dal nucleo. Tutti sanno che tali forze si attraggono fra loro se sono di segno contrario e si respingono se hanno lo stesso segno. Gli elettroni sono quindi fortemente attratti dal nucleo positivo, ma non vi cadono per via della forza centrifuga conseguente alla veloce traiettoria circolare. Read the rest of this entry »

Del Sindaco di Sulmona e del Cinema Pacifico

Giu 4th, 2011 Posted in Associazione, Cultura, Giovani, Movimenti, Politica, Sociale, Sulmona | No Comments »

di Antonio Pizzola

Egregio Sindaco,

avrei preferito averla accanto a me sulle sedie dell’ex cinema Pacifico. Per ascoltare dalla sua stessa voce- come si conviene perlomeno nelle piccole comunità, su questioni controverse- le ragioni della sua scelta. Credo si sia capito che chi ha a cuore le sorti del Pacifico e del Sulmona Cinema fremesse per ascoltare le ragioni di un atto apparentemente illogico, che – in sua assenza- ha assunto il sapore di avversione, di blitz, di recriminazione, oltre che di retromarcia.

Ma capisco anche che il dibattito è comunista per sua stessa genesi, da Ecce Bombo di Nanni Moretti, -se l’ha visto – e probabilmente lei se ne sente estraneo per formazione. Ma un dibattito presuppone la capacità di confronto, la competenza di porre le proprie ragioni, di ascoltare l’interlocutore e farne tesoro. Qualunque scempiaggine stia dicendo. E’ anche un esercizio di democrazia e di crescita, possiamo imparare da un altro. Non è che possiamo pensare tutti di essere dei geni isolati, giusto?

Il suo sottotenente di maggioranza ha svolto però bene il suo ruolo di capro espiatorio. Si è difeso durante il dibattito, lamentando responsabilità dell’amministratore rispetto ai suoi cittadini, che si lamentano a loro volta. E che in quanto lamentosi si suppone abbiano più diritto di quelli più operosi e vivaci. Read the rest of this entry »